Carnevale Rio de Janeiro

Carnevale di Rio 2019: la Paraíso do Tuiuti canta Bode Ioiô e il popolo cearense contro l’ipocrisia

carnevale-rio-de-janeiro-2019-paraiso-tuiuti
La Paraíso do Tuiuti in sfilata al Sambódromo (foto: E.Pereira).
La scuola di samba della Paraíso do Tuiuti, sorpresa della scorso Carnevale, sfilerà al Carnevale di Rio de Janeiro 2019, raccontando la storia di Bode Ioiô simbolo del Ceará e del rifiuto dell'ipocrisia.

L’anno scorso la Paraíso do Tuiuti è stata la vera sorpresa del Carnevale di Rio de Janeiro, con un samba-enredo che rimarrà nella storia.

Quest’anno la scuola di samba del quartiere di São Cristovão mette a segno un altro bel colpo con un enredo ben studiato e un samba molto orecchiabile.

Chi di voi conosce la storia di Bode Ioiô? È una delle figure classiche della cultura popolare del Ceará e di Fortaleza e sarà al centro della sfilata della Paraíso do Tuiuti.

Bode Ioiô era un caprone che dagli spazi desolati e secchi del sertão cearense, nel 1915, giunse con un gruppo di migranti nella capitale dello stato, Fortaleza che, all’epoca, stava vivendo una fase di Belle Époque ispirata alle mode che venivano dal fuori.

L’animale venne venduto e passava le sue giornate tra la Praça do Ferreira e la spiaggia di Iracema, dove divenne la mascotte di chi viveva una vita bohemienne fatta di cachaça, brezza marina e bar poco raccomandabili.

“Vendeu-se o Brasil do sertão até o mangue
e o homem servil verteu lágrimas de sangue
do nada um bode vindo lá do interior
destino pobre, nordestino sonhador
vazou da fome, retirante ao Deus dará”.

Con il tempo, Bode Ioiô divenne sempre più famoso in città e arrivò ad essere eletto consigliere comunale di Fortaleza (il sistema elettorale vigente prevedeva che i cittadini scrivessero il nome che desideravano su un pezzo di carta). Chiaramente non si arrivò mai all’insediamento ufficiale ma il simpatico caprone divenne un simbolo di autenticità, rifiuto dell’ipocrisia e riscossa dei più poveri che, in quel clima, erano considerati come polvere da nascondere sotto al tappeto.

Bode Ioiô visse fino al 1931. Alla sua morte, venne imbalsamato e oggi è esposto nel Museu do Ceará. Le sue vicende sono state al centro di opere letterarie, favole per bambini e ora, grazie alla Paraíso do Tuiuti, troveranno spazio anche davanti agli spalti festosi del Sambódromo a ricordare a tutti di non prendersi troppo sul serio.

Simone Apollo

Sono appassionato di Rio de Janeiro e di Brasile. Sociologo, esperto di America latina, innovazione sociale, favelas e comunicazione. Inventore di DentroRiodejaneiro, l'unico blog italiano dedicato a Rio de Janeiro (e non solo).

Lascia il tuo commento

Fai clic qui per lasciare un commento

AMI IL BRASILE? SEGUICI!
Ogni tanto riceverai novità dal blog, segnalazioni di eventi, offerte per risparmiare sui viaggi e altre informazioni utili. Potrai disiscriverti quando vorrai e, è una promessa, non condivideremo mai i tuoi dati.
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.
rio-de-janeiro-blog-media-kit
SCARICA IL MEDIA KIT
Scaricando il media kit dichiari di aver letto e accettare l'informativa sulla privacy. Non condivideremo mai i tuoi dati con altri.
Grazie per aver scaricato il Media Kit.
Per ogni informazione puoi scriverci a comunicazione@baleia.org o tramite la nostra pagina Facebook
rio-de-janeiro-blog-midia-kit
BAIXE O MÍDIA KIT
Baixando o mídia kit você declara de ter lido aceitar a nossa privacy policy. A gente não vai difundir seus datoss.