Carnevale Rio de Janeiro

Carnevale di Rio de Janeiro 2020, Sambódromo: le 13 scuole di samba del gruppo speciale

sfilate-sambodromo-carnevale-rio-de-janeiro
Sfilata della scuola di samba Viradouro al Sambódromo (foto: L.Lucas e R.Xavier).
Il 23 e il 24 febbraio al Sambódromo della Rua Marquês de Sapucaí sfileranno le tredici scuole di samba del gruppo speciale per il Carnevale di Rio de Janeiro edizione 2020: vi racconto di cosa parleranno le regine della festa più grande del mondo e vi presento i loro meravigliosi samba.

Siete pronti a vivere lo spettacolo più grande del mondo? Il Carnevale di Rio de Janeiro 2020 sta arrivando. Per le strade della nostra amata città brasiliana già impazza l’allegra follia dei blocchi: ogni giorno sempre più sorrisi, canti, baci, spruzzate di porporina e fiumi di birra. Fino all’apice delle sfilate al Sambódromo con le tradizionali scuole di samba.

Sono loro le protagoniste del carnevale di Rio, le custodi del samba e dell’anima popolare di questa città. Ogni anno, regalano musiche immortali e raccontano in modo ironico e intelligente i temi più disparati, passando dalle leggende antiche alle denunce dei problemi del nostro mondo, dalle celebrazioni di personaggi mitici alla narrazione del mondo.

Ad ogni passo camminato nella Rua Marquês de Sapucaí (questo il nome ufficiale dello spazio che l’architetto Oscar Niemeyer progettò per lo svolgimento delle sfilate di carnevale) corrisponde un brivido di adrenalina, un’immersione nei colori e una fusione completa con il ritmo del samba. Ad ogni colpo di tamburo ci si immerge nelle favolose trame tessute dalle tredici scuole di samba del gruppo speciale che, in due giorni, dovranno convincere pubblico e giuria di aver fatto un ottimo lavoro e di meritarsi la vittoria.

Vediamo allora cosa hanno in serbo per tutti noi le tredici regine del carnevale carioca.

IMPORTANTE: Stai cercando i biglietti del Sambódromo per il Carnevale di Rio de Janeiro 2020 e non sai come acquistarli? Qui puoi farlo in modo rapido e sicuro.

SÌ, VOGLIO I BIGLIETTI UFFICIALI ORA

Estácio de Sá

carnevale-rio-2020-sambodromo-estacio-de-sa
La Estácio de Sá in sfilata al Sambódromo.

L’Estácio de Sá sarà la prima scuola a sfilare per quest’edizione del Carnevale di Rio: è il destino che tocca alla neopromossa proveniente dalla Série A.

Con il samba-enredo “Pedra”, la sfilata si preannuncia interessante e racconterà l’importanza della pietra per il nostro pianeta, per l’evoluzione umana e per la storia e la formazione culturale del Brasile. Se, infatti, da un lato l’enredo presenta la varietà di quest’elemento nel suolo terrestre o la raccolta di esemplari di minerali fatta dagli astronauti sulla Luna, dall’altro si concentra sulle vicende brasiliane: le pietre del Minas Gerais (da cui storicamente proviene gran parte dell’estrazione mineraria brasiliana) sono richiamate citando immagini regalateci da poeti come Carlos Drummond de Andrade e Guimarães Rosa; le leggende delle tribù che vivono la Serra dos Carajás, nella cui antica cosmologia gli esseri umani nascevano dal sottosuolo abbandonando un mondo di caverne per arrivare in superficie.

Una frase del samba-enredo:

Vem peneirar, peneirar
O garimpo traz o ouro, a cobiça dos mortais
Peneirar, peneirar
Devastando a natureza no Pará dos carajás.

Il riferimento è ai cercatori d’oro (garimpeiros) che, in preda alla bramosia di facile ricchezza, setacciano (peneirar) devastando l’ambiente amazzonico dove vivono gli indios Carajás.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: domenica 23 febbraio – ore 21:30

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Viradouro

carnevale-rio-2020-sambodromo-viradouro
La Viradouro in sfilata al Sambódromo (foto: L.Lucas e R.Xavier).

Con il samba-enredo “Viradouro de Alma Lavada”, la scuola di Niterói (città che si trova dall’altro lato della Baia di Guanabara) porta al Sambódromo l’epopea tutta al femminile di un gruppo di donne baiane: As Ganhadeiras de Itapuã.

Si tratta di una comunità che porta avanti le tradizioni di quest’angolo di Bahia e lo fa attraverso la musica e la valorizzazione dei costumi tradizionali. Fondato nel 2004, le ganhadeiras si sono esibite in numerosi festival in giro per il Brasile. Non un semplice raggruppamento musicale, però. Le primissime ganhadeiras erano semplici donne di Itapuá che si erano organizzate in autonomia per guadagnarsi da vivere lavando i panni e vendendo il pesce nei mercati di Salvador. Siamo nell’Ottocento e queste donne coraggiose, insieme, contribuirono a rafforzare il patrimonio culturale della capitale baiana e il legame con le usanze ancestrali di quella terra.

La Viradouro racconterà le vicende delle ganhadeiras e il senso di questa iniziativa a partire da un omaggio a Dona Maria de Xindó, matriarca del gruppo, figura di riferimento della tradizione di Bahia e viradourense de coração.

Una frase del samba-enredo:

Levanta, preta, que o sol tá na janela
Leva a gamela pro xaréu do pescador
A alforria se conquista com o ganho
E o balaio é do tamanho do suor do seu amor.

È una celebrazione dell’impegno e dell’ostinazione per la la conquista dell’emancipazione (alforria): le Ganhadeiras de Itapuã si svegliavano all’alba per andare a comprare i pesci (xareú) da rivendere con l’uso di pesanti ceste. Un carico sopportabile solo grazie al sudore e all’amore.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: domenica 23 febbraio – ore 22:30

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Mangueira

carnevale-rio-2020-sambodromo-mangueira
La Mangueira in sfilata al Sambódromo.

La sfilata della Mangueira, la più amata delle scuole di samba di Rio de Janeiro, vale già da sola il costo del biglietto. Quella di quest’anno, al ritmo del samba-enredo “A Verdade Vos Fará Livre”, si preannuncia emozionante. Un carnevale, quello della Mangueira, che ancora una volta fa riflettere, denuncia e va contro corrente.

Cosa farebbe Gesù se tornasse sulla Terra oggi? La sfilata ruoterà tutto attorno a questo interrogativo forse banale eppure così carico di valenza. La Mangueira non ha dubbi: tenderebbe la mano ai più poveri e non lascerebbe nessuno indietro. Avrebbe la pelle nera, probabilmente. Potrebbe avere il corpo di un indio. Professerebbe una delle fedi afro-brasiliane che tanto vanno di moda tra chi non le pratica ma che, in realtà, sono represse anche in modo violento da fondamentalismi che non accettano la diversità. La sua croce sarebbe anche quella di chi è discriminato e oltraggiato per genere e orientamento sessuale.

Se tornasse tra di noi, Gesù non ci penserebbe un istante e, ancora una volta, sarebbe a fianco degli ultimi, forse scenderebbe tra i vicoli ripidi e putridi di una favela come quella di Mangueira. Si unirebbe alle sfilate, stringerebbe le mani ai passisti e alle ballerine. Libero della croce, come per tre giorni, a carnevale, è libero dalla croce il popolo del samba.

Una frase del samba-enredo:

Eu tô que tô dependurado
Em cordéis e Corcovados
Mas será que todo povo entendeu o meu recado?
Porque de novo cravejaram o meu corpo
Os profetas da intolerância.

Leandro Vieria, carnavalesco della Mangueira, è chiaro: non ha senso avere una croce al collo o ammirare la statua del Cristo Redentore. Accettare l’intolleranza, oggi così di moda, è come condannare ancora una volta Gesù alla croce.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: domenica 23 febbraio – ore 23:30

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Paraíso do Tuiuti

carnevale-rio-2020-sambodromo-paraiso-do-tuiuti
La Paraíso do Tuiuti in sfilata al Sambódromo (foto: E.Pereira).

La scuola Paraíso do Tuiuti continua a mettere l’accento sulle lotte per la giustizia sociale e lo fa con un enredo forte e raffinato. Il samba “O Santo e o Rei – Encantarias de Sebastião”, fa un parallelo tra San Sebastiano e le vicende di Sebastiano I, diventato re del Portogallo a soli tre anni. Quando ebbe l’età per governare, il giovane monarca guidò una crociata in Marocco. I Portoghesi dovettero soccombere e, nel 1568, Sebastiano I sparì, probabilmente ucciso in battaglia.

Tuttavia, attorno alla sua figura iniziarono a circolare varie leggende. Una di queste lo vede dormiente a Rio, città di San Sebastiano. Si dice che il Santo patrono fosse accanto all’ufficiale portoghese Estácio de Sá, fondatore della città proprio durante il regno di Sebastiano I, quando questi venne colpito da una freccia avvelenata. Si vocifera che che il re aiuterà, un giorno, a risolvere le diseguaglianze che attanagliano il popolo carioca…

Una frase del samba-enredo:

Renasce sob nós, um caboclo encantado
Na Praia dos Lençóis, é o Touro Coroado
Vestiu bumba-meu-boi.

Una delle leggende vedeva Sebastiano I aggirarsi, nelle notti di luna piena, in forma di toro nero per le spiagge del Maranhão. Chi fosse riuscito a infilzargli il capo con una spada, gli avrebbe restituito le originali sembianze. Da qui, secondo alcune letture, sarebbero nate le tradizioni del Bumba Meu Boi, tradizione del folclore nel Nord-est brasiliano.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: domenica 23 febbraio – ore 00:30 (del giorno dopo)

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Grande Rio

sambodromo-grande-rio-2020
La scuola di samba Grande Rio in sfilata al Sambódromo (foto: R.David – Riotur).

La Grande Rio, scuola di Duque de Caxias, porta al Sambódromo uno spettacolo interamente dedicato a Joãozinho da Gomeia, pai de santo (una sorta di sacerdote nelle religione afro-brasiliane come il Candomblé e l’Umbanda) che, arrivato da Bahia, si stabilì proprio nella città fluminense. Qui diede vita ad un’importante quilombo (nei secoli passati i quilombos erano comunità formate da persone di origine africana che fuggivano dal giogo della schiavitù e si riunivano in luoghi poco accessibili costruendo delle società autonome con proprie regole; oggi nelle comunità quilombolas vivono i discendenti di quegli antichi schiavi).

Il samba-enredo “Tatalondirá. O Canto do Caboclo no Quilombo de Caxias” è un grido contro l’odio nei confronti della popolazione quilombola che, nonostante sia protetta dalla costituzione, è oggetto di disprezzo addirittura da parte di noti politici brasiliani.

Una frase del samba-enredo:

Pelo amor de Deus, pelo amor que há na fé
Eu respeito seu amém
Você respeita o meu axé.

È un riferimento chiaro all’intolleranza (che sfocia anche in atti violenti) di alcune chiese evangeliche nei confronti delle comunità religiose afro-brasiliane.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: domenica 23 febbraio – ore 01:30 (del giorno dopo)

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

União da Ilha

carnevale-rio-de-janeiro-uniao-ilha-2020
União da Ilha in sfilata (foto: M.Regua – Riotur).

Frutto di una novità nel panorama del carnevale di Rio de Janeiro, i compositori della União da Ilha (scuola della Ilha do Governador) non hanno ricevuto una sintesi dell’enredo, prima di comporre il samba e progettare la sfilata. Si è scelto di sperimentare e ci si è mossi al contrario. Alla fine la União da Ilha porterà uno spettacolo tutto dedicato alla vita in favela e ai problemi comuni a milioni di persone che vivono in contesti di povertà in giro per il Brasile. Il tema è importante ma il samba manca di pathos.

Una frase del samba-enredo:

A nossa riqueza é ser feliz
Por todos os cantos do País.

Con il samba-enredo “Nas encruzilhadas da vida, entre becos, ruas e vielas,a sorte está lançada: salve-se quem puder!”, la União da Ilha si fa portavoce di tutte le favelas brasiliane…

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: domenica 23 febbraio – ore 02:30 (del giorno dopo)

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Portela

carnevale-rio-2020-sambodromo-portela
La Portela in sfilata al Sambódromo (foto: L.Cordeiro).

La sfilata della Portela, una delle scuole di samba più antiche e prestigiose di Rio de Janeiro, sarà dedicata ai Tupinambás, l’etnia indigena che popolava l’area della Baia di Guanabara quando i portoghesi giunsero sulla costa brasiliana.

Nel samba-enredo “Guajupiá, Terra Sem Males” si parla della visione del mondo tupinambá, della loro religione, del rapporto che avevano con la natura, dei loro rituali e della loro società. Un inno ai popoli indigeni brasiliani.

Una frase del samba-enredo:

Quando a vida nos ensina
Não devemos mais errar
Com a ira de Monã
Aprendi a respeitar a natureza, o bem viver.

Monã era la divinità dei Tupinambás, che ne temevano l’ira e per questo rispettavano la natura in cui vivevano.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: domenica 23 febbraio – ore 03:30 (del giorno dopo)

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

São Clemente

carnevale-rio-2020-sao-clemente
La scuola di samba São Clemente durante la sfilata del 2016 (Foto: R.David – Riotur).

La São Clemente è la principale scuola di samba della zona sud di Rio e l’unica a sfilare con il gruppo speciale. Si presenta con una trama spiritosa e una melodia solare dedicate al vizio brasiliano della malandragem. In modo ironico, saranno raccontati episodi della storia e dell’attualità brasiliana all’insegna della furbizia. Dal commercio di pietre preziose provenienti dal Minas Gerais fino all’episodio, cui si riferisce il titolo del samba “O Conto do Vigário”, di una santa, un asino e un prelato.

Una frase del samba-enredo:

Brasil, compartilhou, viralizou, nem viu!
E o País inteiro assim sambou
“Caiu na fake news!”.

La São Clemente si riferisce alla malandragem contemporanea di diffondere notizie false attraverso Internet.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: lunedì 24 febbraio – ore 21:30

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Unidos de Vila Isabel

carnevale-rio-2020-sambodromo-vila-isabel
La Vila Isabel in sfilata al Sambódromo.

La Vila Isabel, una delle scuole cui sono più affezionato, ha studiato una storia colta, documentata e innovativa. Al ritmo del samba “Gigante pela própria natureza: Jaçanã e um índio chamado Brasil”, la scuola celebrerà la capitale del Brasile. La nascita di Brasilia è raccontata come se si trattasse di una leggenda indigena: una chiave di lettura del tutto nuova e dal sapore mitologico. I riferimenti sono molteplici e un’altra scuola, per questa edizione del carnevale, sceglie di celebrare i popoli indigeni, oggi più che mai in pericolo, facendo della capitale simbolo del Brasile moderno un elemento di speranza per chi in Brasile ci vive da sempre. La sfilata si preannuncia una di quelle che resteranno nella storia del carnevale di Rio de Janeiro.

Una frase del samba-enredo:

Do Tapajós desemboquei no Velho Chico
Da negra Xica, solo rico das Gerais
E desaguei em fevereiro
No meu Rio de Janeiro, terra de mil carnavais.

Un piccolo estratto della diversità culturale e geografica brasiliana…

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: lunedì 24 febbraio – ore 22:30

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Salgueiro

carnevale-rio-2020-sambodromo-salgueiro
Il Salgueiro in sfilata al Sambódromo (foto: A.Nunes).

Tra le scuola di samba, il Salgueiro è una delle storiche regine del carnevale di Rio de Janeiro e anche quest’anno sfilerà con un enredo all’insegna dell’orgoglio della popolazione nera.

La storia è quella di Benjamin de Oliveira artista, compositore, cantante, attore e, soprattutto, primo pagliaccio nero del Brasile. I carri allegorici del Salgueiro mostreranno la parabola della sua vita avventurosa: un girovagare tra circhi e teatri per il paese e un simbolo di riscatto per quella popolazione che, alla fine dell’Ottocento, usciva finalmente dalla schiavitù (dichiarata illegale in Brasile nel 1888 e Benjamin de Oliveira compirebbe 150 anni nel 2020…). La trama è avvincente e il samba-enredo, “O Rei Negro no Picadeiro”, è orecchiabile.

Una frase del samba-enredo:

E a certeza que milhões de Benjamins
Estão no palco sob as luzes da ribalta
Salta, menino!
A luta me fez majestade
Na pele, o tom da coragem
Pro que está por vir… Sorrir é resistir!

Il Salgueiro dà coraggio ai tanti Benjamin che non hanno voce spingendoli a provare e incitandoli al sorriso, una delle più potenti forme di resistenza.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: lunedì 24 febbraio – ore 23:30

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Unidos da Tijuca

carnevale-rio-2020-unidos-da-tijuca
La scuola di samba della Unidos da Tijuca in sfilata (Foto: G.Santos – Riotur).

La scuola giallo-azzurra della Tijuca porterà al Sambódromo i temi dell’architettura e dell’urbanismo. La scelta non è un caso: a luglio di quest’anno Rio de Janeiro ospiterà il Forum Mondiale delle Città dell’Unesco e il 27° Congresso Mondiale degli architetti. Dal 2012, poi, il paesaggio urbano di Rio de Janeiro è iscritto tra i patrimoni mondiali dell’umanità…

La sfilata della Unidos da Tijuca mostrerà allora l’importanza dell’architettura nella storia dell’umanità, si concentrerà sull’urbanizzazione a Rio de Janeiro, sottolineerà i problemi delle grandi città (dall’ambiente ai trasporti fino alla questione abitativa e alle baraccopoli). Infine, si concentrerà sul sogno futuro di città sostenibili e all’insegna della qualità della vita. Per questa ragione il titolo del samba-enredo è “Onde Moram os Sonhos”, (dove vivono i sogni).

Una frase del samba-enredo:

Como é linda a vista lá do meu Borel
Luzes na colina, meu arranha-céu
Linhas do arquiteto, a vida é construção
Curva-se o concreto, brilha a inspiração.

L’immagine è quella del panorama dal Morro do Borel, favela del quartiere di Tijuca in cui è stata fondata la scuola.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: lunedì 24 febbraio – ore 00:30 (del giorno dopo)

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Mocidade Independente de Padre Miguel

carnevale-rio-2020-sambodromo-mocidade
La Mocidade in sfilata al Sambódromo.

Con il samba-enredo “Elza Deusa Soares”, la storica scuola verde-bianco farà un grande omaggio a Elza Soares, una delle più grandi musiciste brasiliane di sempre, che oltre ad essere una delle madrine della Mocidade, quest’anno compierà novanta anni. Voce incredibile, energia da vendere, Elza Soares ha fatto la storia della Mocidade ed è l’interprete originale di uno dei samba più famosi della scuola, “Salve a Mocidade” del 1974.

Non sono un grande appassionato di questa scuola ma la sfilata di quest’anno si preannuncia incandescente e degna del più grande carnevale brasiliano!

Una frase del samba-enredo:

É hora de acender no peito a inspiração
Sei que é preciso lutar
Com as armas de uma canção.

In tre righe la Mocidade fa un ritratto fedele di Elza Soares.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: lunedì 24 febbraio – ore 01:30 (del giorno dopo)

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

Beija-Flor

carnevale-rio-2020-sambodromo-beija-flor
La Beija-Flor in sfilata al Sambódromo (foto: E.Hollanda).

Come ci ha abituato ormai da tanti anni, la Beija-Flor di Nilópolis sfilerà ancora una volta con un samba – “Se essa rua fosse minha” – che è tra i migliori ed echeggia attorno ad una trama raffinata e ben studiata. Veramente bello.

L’idea è facile: raccontare tra mille meraviglie il concetto di strada. La strada percorsa dall’umanità tra progressi e invenzioni di ogni tipo; la strada delle migrazioni e delle epopee nomadi che, nei millenni, hanno dato forma ai popoli; le strade dei pellegrini; la strada dell’oro, fondamentale nella storia brasiliana; le strade famose e sognate per le città del mondo; la strada che ognuno di noi percorre nella vita; la Marquês de Sapucaí, strada dove si concentra l’energia del carnevale di Rio de Janeiro al ritmo ipnotico e ancestrale della Beija-Flor.

Una frase del samba-enredo:

O tempo de tormenta que esse mar levou
Revela este novo Eldorado
Nas trilhas da vida, desbravador!

La Beija-Flor canta i cammini della vita che attraversano il mare in tormenta alla ricerca dell’Eldorado.

Mi piace: Per niente – Non molto – Abbastanza – Moltissimo

Giorno della sfilata: lunedì 24 febbraio – ore 02:30 (del giorno dopo)

Biglietti per la sfilata: Puoi acquistarli rapidamente qui; per conoscere tutte le modalità di acquisto leggi quest’articolo.

IMPORTANTE: Stai cercando i biglietti del Sambódromo per il Carnevale di Rio de Janeiro 2020 e non sai come acquistarli? Qui puoi farlo in modo rapido e sicuro.

SÌ, VOGLIO I BIGLIETTI UFFICIALI ORA

Simone Apollo

Sono appassionato di Rio de Janeiro e di Brasile. Sociologo, esperto di America latina, innovazione sociale, favelas e comunicazione. Inventore di DentroRiodejaneiro, l'unico blog italiano dedicato a Rio de Janeiro (e non solo).

2 commenti

Fai clic qui per lasciare un commento

  • Grazie alle tue pubblicazioni di grande chiarezza mi sono preparato benissimo a questo carnevale 2020 che ho vissuto di persona. Tutte le tue informazioni sono di straordinaria utilità e sai a perfezione trasmettere il tuo amore per questa magnifica città e tutte le sue situazioni… quindi un grande grazie.

    • Caro Marco, ti ringrazio moltissimo e sono felice di aver contribuito a rendere ancora migliore la tua esperienza con il Carnevale di Rio. Amo questa città e cerco di farla conoscere, nel mio piccolo, per tutti i suoi aspetti e andando oltre l’immagine che comunemente le viene associata. Grazie ancora perché messaggi come il tuo fanno veramente bene, soprattutto in questi tempi di difficoltà e incertezze. Um grande abraço, Simone