Note carioca

La descrizione del carioca di Adriana Calcanhotto

cariocas-adriana-calcanhotto-nc6-new
Cariocas - Adriana Calcanhotto (1994).
Un brano bello e sensuale che ha fatto il giro del mondo ed è dedicato da una gaúcha ai carioca, il popolo di Rio de Janeiro.

Come in ogni Paese che si rispetti, anche in Brasile la popolazione può essere divisa in base a caratteristiche acquisite per nascita.

In questo senso, essere carioca, ovvero essere nato a Rio de Janeiro (carioca non è sinonimo di brasiliano, come normalmente si pensa), è ben diverso dall’essere paulistano, gaúcho o baiano. Non è né meglio, né peggio. È semplicemente diverso.

Adriana Calcanhotto è gaúcha, di Porto Alegre. A Rio de Janeiro lavora, compone, suona, vive. Adriana Calcanhotto è del sud del Brasile ma i carioca li conosce bene e, in un certo senso, li ama con i loro pregi e i loro difetti.

Il brano Cariocas, del 1994, nasce dall’amore e dalla profonda conoscenza che la Calcanhotto ha di Rio de Janeiro e dei suoi abitanti.

E allora i carioca sono belli, simpatici, moderni, furbi. I carioca non amano i giorni di pioggia perché vivono al sole. I carioca hanno un accento forte, i paulistanos no  (almeno così sostengono). I carioca sono attenti, allegri, sexy.

Così, ascoltando la canzone sorge spontanea una domanda: è tutto vero o trattasi di luoghi comuni?

Beh, capirlo è facile. Basta andare a Rio de Janeiro. Buon viaggio!

Racconto scritto a quattro mani da Pietro Scaramuzzo e Simone Apollo per la rubrica Note Carioca.

Pietro Scaramuzzo

Tra i più autorevoli esperti di musica brasiliana in Italia. È il fondatore di Nabocadopovo, progetto culturale per la diffusione della musica e della cultura brasiliana.

Lascia il tuo commento

Fai clic qui per lasciare un commento