Aeroporto Santos Dumont: atterrare con poesia

Atterrare all’aeroporto Santos Dumont di Rio de Janeiro è un’esperienza mistica: una poesia tra il mare, la baia di Guanabara, i grattacieli e il Pan di Zucchero.

Quanti di voi sono mai atterrati all’aeroporto Santos Dumont di Rio de Janeiro?

Oltre all’aeroporto internazionale Antônio Carlos Jobim (il Galeão) Rio de Janeiro possiede un secondo aeroporto da cui partono principalmente voli interni al Brasile: il Santos Dumont, per l’appunto.

L’aeroporto si trova tra il mare e i grattacieli del centro di Rio e la bellezza di Rio de Janeiro gli fa da cornice. Gli aerei in manovra, a seconda della direzione del vento e delle condizioni meteo su Rio, passano proprio accanto al Pan di Zucchero e atterrare qui, visto il panorama, è una vera e propria poesia.

atterraggio-santos-dumont

Aereo in atterraggio all’Aeroporto Santos Dumont

Verrebbe da cantare proprio il classico della bossa nova “Samba do Avião” (neanche a farlo a posta di Tom Jobim): chissà se qualche compagnia aerea brasiliana più attenta al marketing ha mai pensato di trasmetterla dentro i propri velivoli di passaggio al Santos Dumont.

L’atterraggio al Santos Dumont è forse il più spettacolare al mondo e la prossima volta che acquisterete un biglietto per Rio, provenienti da un’altra città brasiliana, provate ad arrivare in questo aeroporto, che è secondo solo per traffico aereo. Oltre che tempo e denaro (siamo in centro e il taxi dal Galeão è molto più caro), guadagnerete una buona dose di bellezza e poesia. Che non fa mai male.

Ora godetevi questo spettacolare video: è l’atterraggio al Santos Dumont visto dalla cabina di pilotaggio.

)

2 commenti a “Aeroporto Santos Dumont: atterrare con poesia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *