Nasce la Casa dello Choro di Rio de Janeiro

La Casa do Choro, casa dello choro, è un nuovo spazio culturale che promuoverà e diffonderà l’eredità musicale dello choro.

Lo choro è uno dei generi musicali che hanno fatto e fanno la storia di Rio de Janeiro e del Brasile.

Molti di voi lo conosceranno, altri lo avranno ascoltato per il locali della Lapa, altri non ne sapranno granché. Una cosa è certa: le corde della chitarra e dei cavaquinhos sono capaci di generare forti emozioni quando le note sono quelle dello choro.

La notizia che sto per darvi, perciò, è ghiotta per gli amanti della musica brasiliana: a Rio de Janeiro sta per aprire un nuovo spazio artistico e culturale interamente dedicato alla promozione valorizzazione dello choro.

casa-do-choro

Edificio che ospita la Casa do Choro (immagine tratta Da Google Street View).

La Casa do Choro aprirà i battenti il 25 aprile 2015 in occasione del VI Festival Nacional de Choro. Il locale si trova in una palazzina nel centro storico di Rio de Janeiro, una di quelle che in Rua da Carioca fanno ancora sognare una Rio de Janeiro, vecchia di 100 anni, che si trovava agli albori del samba e delle tradizioni che l’hanno resa conosciuta in tutto il mondo.

La palazzina di Rua da Carioca 38 è stata donata dal governo dello stato di Rio de Janeiro all’Istituto Casa de Choro, organizzazione fondata nel 1999 da un gruppo di musicisti, artisti ed esperti del movimento dello choro carioca. Negli anni l’Istituto ha realizzato vari progetti per la divulgazione dello choro, coinvolgendo anche le scuole e i più giovani.

Ora si realizza un sogno: quello di dar vita ad un luogo fisico con l’obiettivo di far conoscere ai carioca e ai turisti uno dei generi più interessanti della musica popolare brasiliana e di lasciare il più intatta possibile l’eredità culturale dello choro alle prossime generazioni. Direi poi che si parte alla grande, perché trovandosi al centro del Festival Nacional de Choro (all’interno del quale si esibiranno grandi artisti e formazioni come il Trio Madeira Brasil, Yamandu Costa e Hamilton de Hollanda), la nuova Casa guadagnerà subito il ruolo che le compete.

Non vedo l’ora di conoscere la Casa do Choro e raccontarla qui nel blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *