“Trash”, il film: se la speranza viene dai rifiuti

“Trash”, film ambientato a Rio de Janeiro tra povertà e riscatto, è presentato durante la cerimonia di chiusura del Festival del Cinema di Rio de Janeiro.

A chiudere il Festival del Cinema di Rio de Janeiro 2014 sarà “Trash”. Il film è una coproduzione Regno Unito – Brasile girata e ambientata a Rio de Janeiro.

È una pellicola che ci incuriosisce e conferma l’interesse che il cinema internazionale mostra per il Brasile, da un lato, e per la realtà degli slum e della povertà urbana dall’altro.

“Trash” è tratto dall’omonimo libro di Andy Mulligan e narra la vicenda di tre ragazzini che si guadagnano da vivere in una discarica di Rio de Janeiro. Tra i cumuli di spazzatura, i due si imbatteranno in un misterioso portafogli che li coinvolgerà in una serie di vicende che cambieranno la loro vita.

trash-film-rio-de-janeiro

“Trash”, una scena tratta dal trailer del film.

Il film, che conta con la partecipazione dell’attore brasiliano Wagner Moura (il Capitão Nascimento de “Tropa de Elite”, per intenderci) è diretto da Stephen Daldry (regista di Billy Elliot) e uscirà nelle sale cinematografiche brasiliane il 9 ottobre. In Europa, invece, “Trash” sarà nei cinema dall’inizio del 2015.

Di seguito potete assistere al trailer del film, che sembra essere un lavoro interessante e avvincente. Solo dopo averlo visto sapremo se le attese saranno confermate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *