Cristo Redentor: dopo il fulmine restauro a firma Pirelli

La Pirelli, grande impresa italiana, finanzia il restauro della statua del Cristo Redentore, simbolo di Rio de Janeiro e del Brasile.

Le foto dei fulmini su Rio de Janeiro e scantenatisi intorno al Cristo Redentore giovedì 16 gennaio hanno fatto il giro del mondo e saranno comparse anche sui vostri social network.

La statua del Cristo Redentore è stata colpita da un fulmine e ha subito alcuni danni di lieve entità. In particolare un dito della mano destra della statua è stato scheggiato da una saetta (come potete vedere dalla foto in basso).

Forse è andata anche bene, considerando che si è trattata di una delle maggiori tempeste di tutti i tempi su Rio de Janeiro e che più di 1.000 fulmini si sono abbattuti sul territorio urbano in poco tempo.

fulmine-cristo-rio

Fulmine sulla statua del Cristo Rdentore.

Pur essendo i danni abbastanza contenuti, resta il fatto che un simbolo di Rio de Janeiro e del Brasile (forse il più importante) nonché una delle nuove sette meraviglie del mondo sia stata danneggiata. Per questo i brasiliani e il mondo sono rimasti molto colpiti.

Restauro della statua del Cristo Redentor

dito-cristo-redentore

Danni al Cristo Redentor: il dito colpito.

La buona notizia arriva però dall’Italia. La Pirelli ha infatti siglato un accordo con l’Arcidiocesi di Rio de Janeiro, che prevede il restauro immediato e la manutenzione della statua (che resterà comunque aperta al pubblico durante i lavori).

La compagnia italiana si occuperà anche dello studio di soluzioni per prevenire futuri danni di questo genere. L’investimento totale per il 2014 si aggira sui 630.000 euro.

Insomma, una soluzione win-win (o ganhe-ganhe per dirla in portoghese): l’Arcidiocesi di Rio de Janeiro, i carioca e il mondo riavranno in breve tempo l’abbraccio della statua del Cristo Redentore integro; una grande impresa come la Pirelli avrà sicuramente un grande ritorno in termini di immagine positiva e pubblicità a fronte di un investimento relativamente ridotto.

4 commenti a “Cristo Redentor: dopo il fulmine restauro a firma Pirelli

    • Simone Apollo 7 maggio 2014 at 16:02 - Rispondi Author

      Ciao Serena, grazie. Non so darti quest’informazione purtroppo. Il restauro parte da una collaborazione tra l’Arcidiocesi di Rio de Janeiro e la Pirelli. Puoi provare a contattare l’Arcidiocesi: magari loro possono aiutarti. Un saluto cordiale.

  1. Un simbolo di fede e cultura simile oltre che l’imponenza del Cristo per Rio e per il resto del mondo non poteva che rappresentare un evento di tale.. portata. In quanto italiana sono orgogliosa del contributo della Pirelli, nonostante il ritorno mediatico che per la stessa rappresenta.

    • Simone Apollo 28 luglio 2014 at 16:02 - Rispondi Author

      Grazie per il tuo commento, Simona. Aggiungo: ritorno mediatico che in questi casi è più che meritato 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *