Abolição: il quartiere di Rio dedicato alla fine della schiavitù

Abolição è un quartiere della zona nord di Rio de Janeiro: ecco la storia del quartiere e i consigli per arrivare e su cosa fare in questa parte della città.

Il quartiere di Abolição non è certamente tra i più famosi di Rio de Janeiro.

È il primo quartiere di Rio in ordine alfabetico e si trova nel cuore della zona nord della città. Difficilmente vi recherete da queste parti a meno che non abbiate amici che vi risiedono.

Abolição è un quartiere di classe media della zona nord di Rio de Janeiro e ha vocazione commerciale Da molti è considerato tra i quartieri più tranquilli della zona nord.

Al suo interno è presente una favela, la comunità di Urubuzinho, che fa parte del più vasto complexo denominato Morro do Urubú. Nel 2010 nel quartiere vivevano tra le 11.000 e le 12.000 persone.

abolição-rio-de-janeiro

Scorcio del quartiere di Abolição a Rio de Janeiro (foto di M.Carneiro su Panoramio).

Abolição: nome e storia del quartiere

Il nome del quartiere Abolição deriva dall’omonima strada che taglia perpendicolarmente il quartiere, la Rua da Abolição, così chiamata in onore dell’abolizione della schiavitù in Brasile.

La storia del quartiere è suggestiva. Alle sue origini il bairro venne popolato da gruppi di persone che lavoravano nell’agricoltura e che poi vendevano i prodotti dei campi approfittando del fatto che in questa zona passava l’antica Estrada Real de Santa Cruz, conosciuta come Cammino Imperiale. Si trattava della strada che collegava Rio de Janeiro con il Minas Gerais e che consentiva il trasporto delle materie prime preziose (l’oro, in particolare). In questo tratto, oggi il Caminho Imperial prende il nome di Avenida Dom Helder Câmara (non so voi cosa ne pensiate ma a me pare interessante capire come la città antica e quella moderna si sovrappongano e ritrovare le tracce del passato nella quotidianità urbana).

Nel diciannovesimo secolo alcune fabbriche si installarono vicino all’attuale quartiere di Abolição. La costruzione della linea ferroviaria a nord dell’area, attirò nuovi abitanti e favorì il popolamento della zona che oggi coincide con il quartiere.

Secondo documenti forniti dalla prefeitura, le prime informazioni ufficiali che parlano di lottizzazione di terreni risalgono al 1917, mentre la strada che dà il nome al quartiere viene pianificata e inaugurata nel 1930. Proprio in quel periodo molte industrie vengono incentivate ad aprire in questa parte della città, per la presenza della ferrovia. Il quartiere crescerà e assumerà in seguito connotati residenziali.

Come arrivare e cosa fare ad Abolição

Il quartiere di Abolição è servito da diverse linee di autobus ed è attraversato dalla Linha Amarela, arteria stradale inaugurata nel 1997. Per arrivare può essere comodo prendere la metropolitana fino alla stazione Engenho da Rainha e qui prendere un taxi. Altra possibilità è utilizzare la linea ferroviaria e scendere alla stazione Pilares (linea Central – Belford Roxo) o alla stazione Estação Olímpica de Engenho de Dentro (linea Central – Deodoro).

Non si segnalano luoghi di particolare interesse. Bella la visuale dello Stadio Engenhão. A livello musicale, oltre alla scuola di samba del qurtiere (G.R.E.S. Acadêmicos da Abolição), si segnalano la casa di samba Sambola propone serate di pagode e samba e i balli che si svolgono presso il Grêmio Recreativo Vera Cruz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *