Note carioca

Una città meravigliosa e il Carnevale del ’35

Cidade Maravilhosa
Cidade Maravilhosa - André Filho e Aurora Miranda (1934)

 [highlight style=’smoke’]”Cidade Maravilhosa” da marchina di Carnevale a inno di Rio de Janeiro. La storia di un brano importantissimo per Rio de Janeiro e il Brasile.[/highlight]

[dropcap style=’circle’]E[/dropcap]ra da poco iniziato un nuovo secolo.

Per la verità, Rio de Janeiro era entrata nel nuovo secolo, il ventesimo, già da un ventennio. La città aveva conosciuto l’epidemia di febbre gialla, ma anche le melodie di un certo Pixinguinha che presto si sarebbe rivelato uno dei nomi più importanti della musica brasiliana. Rio era una città in crescita da tutti i punti di vista. Il fermento culturale degli anni ’20 era incredibilmente vivo e la città in continua espansione tanto che, nel 1920, il governo federale fonda la Universidade do Rio de Janeiro.

Cidade Maravilhosa
Cidade Maravilhosa – André Filho e Aurora Miranda (1934)

Rio de Janeiro era bella già allora, con le sue spiagge, il Corcovado e le sue donne. “Meravigliosa”, la definì lo scrittore Coelho Neto. Sì, una cidade maravilhosa. Così era e quel nome affettuoso per la città di Rio suonava tanto bene che nel 1934 un musicista chiamato Antônio André de Sá Filho, ma da tutti conosciuto semplicemente come André Filho, pensò bene di intitolare così una sua composizione. Era una marchinha di carnevale che diceva così:

“Cidade maravilhosa,
cheia de encantos mil”.

La musica era straordinariamente bella, quasi contagiosa, che a chi la ascoltava veniva voglia di danzare. E il testo, poi, era un elogio alla città di Rio, alle sue bellezze. Mancava solo un ultimo ingrediente, un cantante o, meglio ancora, una cantante.

cidade-maravilhosa
Rio anni ’30

In quel periodo, in Brasile, una bella ragazza, Maria do Carmo Miranda da Cunha, nonostante lei si facesse chiamare semplicemente Carmen Miranda, si era trasformata in una stella della musica e pare che André volesse fosse lei a cantare la sua nuova composizione. Dopotutto, l’intenzione era quella di partecipare al concorso delle marchinhas di Carnevale del 1935.

Carmen amò la canzone ma era da tempo che cercava di lanciare sul mercato sua sorella Aurora e pensò bene che quella sarebbe stata l’occasione giusta. André accettò di buon grado.

Il duo André-Aurora, si iscrisse al concorso ma il loro brano arrivò secondo – a vincere fu la marchinha “Coração Ingrato” composta da Antônio Nássara e Eratóstenes Frazão e interpretata da Silvio Caldas – e “Cidade Maravilhosa” entrò nel cuore dei carioca come la canzone che eternamente avrebbe celebrato Rio de Janeiro.

Oggi, “Cidade Maravilhosa” è l’inno di Rio de Janeiro e non v’è un carnevale in cui a Rio o in qualsiasi altra città del Brasile non si intoni, tra una marchinha e l’altra, la musica che vanta la medaglia d’argento più preziosa di tutte le medaglie d’oro della storia.

Pietro Scaramuzzo

Tra i più autorevoli esperti di musica brasiliana in Italia. È il fondatore di Na Boca do Povo, progetto culturale per la diffusione della musica e della cultura brasiliana.

Lascia il tuo commento

Fai clic qui per lasciare un commento

Contattaci qui

dentroriodejaneiro@gmail.com

Super offerte per il tuo hotel

Booking.com

Annunci

Resta aggiornato

Pin It on Pinterest

Share This
/* ]]> */
AMI IL BRASILE? SEGUICI!
Ogni tanto riceverai novità dal blog, segnalazioni di eventi, offerte per risparmiare sui viaggi e altre informazioni utili. Potrai disiscriverti quando vorrai e, è una promessa, non condivideremo mai i tuoi dati.
Inviando i tuoi dati, dichiari di aver letto l'
SCARICA IL MEDIA KIT
Scaricando il media kit dichiari di aver letto e accettare l'informativa sulla privacy. Non condivideremo mai i tuoi dati con altri.
Grazie per aver scaricato il Media Kit.
Per ogni informazione puoi scriverci a comunicazione@baleia.org o tramite la nostra pagina Facebook
BAIXE O MÍDIA KIT
Baixando o mídia kit você declara de ter lido aceitar a nossa privacy policy. A gente não vai difundir seus datoss.