Esperienze carioca

La Pista Cláudio Coutinho: nella natura tra il Pan di Zucchero e l’Atlantico

pista-claudio-coutinho-rio-de-janeiro
Pista Cláudio Coutinho: a passeggio tra l'oceano e la montagna.
La Pista Cláudio Coutinho serpeggia ai piedi del Morro da Urca e del Pan di Zucchero e a picco sull'Oceano Atlantico con una meravigliosa vista sulla Praia Vermelha. Vi racconto una delle cose da fare almeno una volta a Rio de Janeiro.
A

rrivando nella piazza antistante la spettacolare Praia Vermelha, prima di imbarcarvi sulla funivia del Pan di Zucchero e dopo aver respirato un tocco d’Europa davanti alla statua dedicata a uno Chopin sul punto di inventare un capolavoro ispirato da linee paesaggistiche così impensabili, fermatevi.

La statua è un dono dei polacchi emigrati in Brasile alla città di Rio de Janeiro. Quello che vedrete alla vostra sinistra, invece, è un dono della crosta terrestre agli occhi di chi qui mette piede: le forme azzardate, i colori tra il granitico e lo smeraldino e l’immensità del Pan di Zucchero.

Credetemi, il cuore qui batte forte.

Sempre sulla sinistra, troverete una stradina che, silenziosamente, si addentra nel fitto della mata atlântica, sospesa tra l’oceano e la montagna. Un tempo era denominata Estrada do Costão. Molti la conoscono come Caminho do Bem-te-vi. A me piace il nome ufficiale che le è stato dato tra gli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso: Pista Cláudio Coutinho.

praia-vermelha-rio-de-janeiro
Praia Vermelha in un giorno di foschia.

La pista è una delle vie d’accesso al Monumento Natural (MoNa) dos Morros do Pão de Açúcar e da Urca, area protetta che racchiude una delle cartoline postali di Rio de Janeiro con tutto quello che contiene in termini di vegetazione e vita animale. Oggi è anche un tratto della Trilha Transcarioca, il cammino che percorre tutte le principali riserve naturali di Rio de Janeiro e ha il suo traguardo sulla vetta del Pan di Zucchero.

accesso-pista-claudio-coutinho-rio-de-janeiro
Punto di accesso alla Pista Cláudio Coutinho.

Natura e sport, insomma. La Pista Cláudio Coutinho non è solo la stradina che passa ai piedi del Morro da Urca dove scattare qualche foto. È un tuffo nell’intensità della natura di Rio de Janeiro. Percorretela. Superate il gabbiotto di sorveglianza che si trova all’inizio del tragitto, chiudete gli occhi, fate un respiro profondo e iniziate a camminare. Vi sembrerà incredibile. Cinque minuti prima eravate seduti in un autobus o stavate scendendo da un’automobile in questa città di milioni di anime. Ora siete immersi nella foresta, a qualche decina di metri sul livello del mare, tra scimmiette, pescatori e arrampicatori su roccia.

1 chilometro e 250 metri di ossigeno e immersione nella natura atlantica.

pista-claudio-coutinho-rio-de-janeiro-vegetazione-nativa
Pista Cláudio Coutinho: vegetazione nativa.

Se vi andrà, potrete anche salire sul Morro da Urca. Infatti, dopo circa 300 metri, dalla Pista Cláudio Coutinho si snoda la Trilha do Morro da Urca, sentiero abbastanza semplice che in mezz’ora o quarantacinque minuti (dipende dal vostro grado di allenamento e dalle fermate che farete) vi permetterà di salire fino al Morro da Urca, dove si trova la prima stazione del bondinho (da lì potrete decidere se salire ulteriormente o scendere con la funivia). Altra possibilità, ma questa è solo per chi è esperto di percorsi che prevedono l’uso di tecniche e strumenti di arrampicata, è percorrere l’intera Pista Cláudio Coutinho e cimentarsi con il sentiero del Costão do Pão de Açúcar, che vi porterà sul Pan di Zucchero in circa 4 quattro ore.

pista-claudio-coutinho-rio-de-janeiro
Bivio con la Trilha do Morro da Urca.

Al di là dei percorsi più tosti, la Pista Cláudio Coutinho è bella da vivere anche con una camminata a passo lento, ammirando la luce, i colori e ascoltando i suoni del mare e della foresta che si fondono. Scatterete delle belle foto e vi farete addolcire dai sagüis, simpatiche scimmiette sempre pronte a mettersi in posa tra un salto e l’altro. Apprezzerete le piante della vegetazione nativa. Potrete scambiare due chiacchiere con i pescatori, che gettano l’amo dalla scogliera tirando su pesci atlantici dai riflessi per noi inusuali. Se vi capita, fermatevi ad osservare chi si allena o sta imparando le tecniche dell’arrampicata (chissà che non venga voglia anche a voi!).

pista-claudio-coutinho-rio-de-janeiro
Pista Cláudio Coutinho: veduta sull’Atlantico.
pista-claudio-coutinho-rio-de-janeiro-scimmia
Pista Cláudio Coutinho: due scimmie sagüis lungo il percorso.

Natura e sport in un chilometro e duecentocinquanta metri tra la roccia e l’acqua salata. Questo è la Pista Cláudio Coutinho.

Non poteva che essere così. Cláudio Coutinho era uno sportivo. Tra le altre cose, è stato preparatore atletico e allenatore della nazionale di calcio brasiliana, durante gli anni Settanta, e allenatore del Flamengo. Nato nel sud del Brasile, era arrivato a Rio de Janeiro nel 1943, quando da bambino la sua famiglia si trasferì qui. Una vita di caparbietà spezzata nel 1981, quando Coutinho muore durante una battuta di pesca subacquea nelle acque delle Isole Cagarras (quelle che si vedono dalla spiaggia di Ipanema). Aveva solamente 42 anni.

Quando camminerete su questa stradina, allora, pensate allo spirito di sacrificio che distingue lo sportivo vero. Alla fatica e al sudore. Al rapporto dell’essere umano con la natura. Concentratevi finché il verso di un tiê-sangue, l’uccello della mata atlântica, non vi ruberà l’attenzione e iniziate a camminare più forte.

Pista Cláudio Coutinho oceano vegetazione
Pista Cláudio Coutinho: l’oceano tra la vegetazione.

Informazioni per la visita

L’accesso alla Pista Cláudio Coutinho si trova in Praça General Tiburcio, 125 nel quartiere di Urca. È la piazza accanto alla stazione della funivia del Pan di Zucchero e che si affaccia sulla Praia Vermelha.

Potete arrivare in autobus con la linea 107 (dal Centro), la linea 513 (da Botafogo e Humaitá) e le linee circolari 1 e 2 (rispettivamente da Ipanema e Leblon e da Cosme Velho e Laranjeiras). I taxi sono numerosi e vi basterà chiedere di Praia Vermelha. Infine, la zona è servita da una pista ciclabile allacciata a quella che percorre la Praia de Botafogo.

La Pista Cláudio Coutinho è aperta nel seguente orario: dalla 6 di mattina alle 18:00. L’ingresso è libero.

Simone Apollo

Sono appassionato di Rio de Janeiro e di Brasile. Sociologo, esperto di America latina, innovazione sociale, favelas e comunicazione. Inventore di DentroRiodejaneiro, l'unico blog italiano dedicato a Rio de Janeiro (e non solo).

2 commenti

Fai clic qui per lasciare un commento

  • Ciao Simone..io innamorata di Rio…!! la prossima volta che andrò farò questo cammino…amo la natura e amo camminare …ciaooo

    • Ciao Salvi, allora è il posto ideale per te! Sono felice di averti dato questo spunto. Grazie per il tuo commento e continua a seguirci!

Contattaci qui

dentroriodejaneiro@gmail.com

Offerte per il tuo hotel

Summer Sale 300x250
Booking.com

Resta aggiornato

Banner City Breaks 300x250

Seguici su Google+

/* ]]> */
AMI IL BRASILE? SEGUICI!
Ogni tanto ti invieremo novità dal blog, segnalazioni di eventi brasiliani in Italia, offerte per risparmiare sui viaggi e altre informazioni utili. Potrai disiscriverti quando vorrai e ti promettiamo che non condivideremo mai i tuoi dati con altri.
Inviando i tuoi dati, dichiari di aver letto la
Condividi su Facebook
VUOI RICEVERE NOVITÀ E OFFERTE? SEGUICI!
Ho letto e accetto l'
SCARICA IL MEDIA KIT
Scaricando il media kit dichiari di aver letto e accettare l'informativa sulla privacy. Non condivideremo mai i tuoi dati con altri.
Grazie per aver scaricato il Media Kit.
Per ogni informazione puoi scriverci a comunicazione@baleia.org o tramite la nostra pagina Facebook
BAIXE O MÍDIA KIT
Baixando o mídia kit você declara de ter lido aceitar a nossa privacy policy. A gente não vai difundir seus datoss.