Carnevale di Rio: Beija-Flor tra comunicazione e Globo

La scuola di samba Beija-Flor racconta l’importanza delle svolte nella comunicazione per l’umanità e quella tutta brasiliana della Rede Globo.

A leggere e ascoltare l’enredo della Beija-Flor per il Carnevale di Rio de Janeiro 2014 viene da pensare subito che la pluri-premitata scuola di Nilópolis ha portato composizioni migliori nel sambódromo. Viene da pensare ai meravigliosi e gloriosi enredos del 2004 e del 2005, per esempio.

Quello di questo Carnevale, secondo il mio punto di vista, è ben al di sotto delle aspettative verso una scuola che negli ultimi anni ha stupito tutti e fatto vedere grandi cose (lo scorso Carnevale fu vice-campionessa).

Il tema dell’enredo della Beija-Flor che è cantato nel samba-enredo e raffigurato con i carri allegorici e le alas durante la sfilata è la comunicazione.

beija-flor-carnevale-rio-de-janeiro

Beija-flor in sfilata al Sambódromo (foto: R. David)

La comunicazione è sempre stata fondamentale nell’evoluzione e nella storia degli esseri umani, fin dai tempi dei geroglifici, del papiro, dei segnali di fumo, dei piccioni viaggiatori e delle foglie di banano. L’invenzione della carta in Cina è stata una svolta epocale. Come lo sono state il telefono e le tecnologie dell’informazione nei “tempi moderni”.

In Brasile, simbolo della svolta tecnologica è la rete televisiva Globo che porta contenuti che fanno emozionare tutti i brasiliani allo stesso tempo: le novelas, il telegiornale, il samba. Tra le altre cose la Rede Globo si occupa anche della trasmissione del Carnevale di Rio de Janeiro.

Beija-Flor-bandiera-samba

Stendardo della scuola di samba Beija-Flor

“Quando a emoção chegar, a saudade vai bater
Juntos na mesma frequência
Um show de audiência, vamos reviver
Espelho refletindo cada um de nós
Por isso solte a sua voz, hoje o artista é você.”

La svolta della Rede Globo avviene anche grazie a quello che la Beija-Flor chiama “O astro iluminado da comunicação brasileira” (che è poi il titolo dell’enredo e del samba-enredo), cioè Boni (all’anagrafe José Bonifácio de Oliveira Sobrinho) che partecipò allo sviluppo della rete televisiva brasiliana a partire dalla fine degli anni Settanta, introducendo molte tipologie di programmi che ancora oggi sono in voga, e fu direttore generale della rete dal 1977. Di fatto, parte del palinsesto della tv brasiliana è ancora disegnato intorno alle intuizioni di Boni.

“Boni tu és o astro da televisão
Fiz da sua vida minha inspiração”.

Boni è tuttora un consulente televisivo oltre che un imprenditore e un pubblicitario. La sua storia comincia dal basso e grazie ad anni di studio, impegno e investimenti è diventato una delle figure di spicco della Rede Globo e o astro iluminado da comunicação brasileira. È anche per questa sua traiettoria che il personaggio viene esaltato.

Di seguito potete ascoltare il samba-enredo suonato e danzato nella quadra della Beija-Flor: il brano è gradevole seppur non esaltante.

Voi che ne pensate? Mi raccomando: seguiteci su Twitter @driodejaneiro e su Facebook. I link sono in alto nella pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *