Carnevale Rio de Janeiro

Carnevale di Rio 2019: la São Clemente difende l’essenza del samba

carnevale-rio-de-janeiro-2019-sao-clemente
La scuola di samba São Clemente in sfilata (foto: R. Arantes).
La scuola di samba São Clemente, per il Carnevale di Rio de Janeiro 2019, rispolvera un vecchio samba-enredo e porta al Sambódromo la denuncia di come il movimento sambistico del carnevale sia sempre più guidato dal denaro e stia perdendo l'anima e la tradizione.

È curioso e fa molto piacere che l’unica scuola di samba del Gruppo Speciale della Zona Sud della città, porti al Sambódromo un samba-enredo come questo. In occasione del Carnevale di Rio de Janeiro 2019 la São Clemente sceglie di veicolare un messaggio chiaro e importante: dove sta andando a finire il samba?

Lo fa ripescando uno dei samba-enredo di maggior successo della scuola, che risale al 1990. Allora la São Clemente presentò tra gli spalti della Sapucaí un pezzo intitolato “E o samba sambou…”, denunciando (già trent’anni fa!) le derive consumistiche della scena sambistica legata al carnevale.

Nel 2019, questo vecchio samba-enredo vivrà una seconda vita e l’operazione mi piace molto. Jorge Silveira, carnavalesco della São Clemente, ovviamente, gli ha dato nuova forma per adattarlo ai tempi. La sostanza, però, non cambia.

“Vejam só! O jeito que o samba ficou… E sambou nosso povão ficou fora da jogada nem lugar na arquibancada ele tem mais pra ficar”.

Le domande di un tempo sono sempre le stesse. Cosa ce ne facciamo di un carnevale in cui i gringos pagano biglietti a peso d’oro e gli abitanti delle comunità da cui provengono le scuole di samba hanno difficoltà a trovare posto? Cosa ce ne facciamo di un carnevale dove regna la vanità e in cui celebrità di tutto il mondo fanno a gara per avere i loro dieci minuti di gloria?

La denuncia della São Clemente non fa una piega. Il Carnevale di Rio de Janeiro rischia sempre più di trasformarsi in un baraccone guidato dal denaro e non dall’arte, dalla poesia e dalla cultura del samba.

C’è ancora tempo ma bisogna avere cura del samba, innaffiarne quelle radici che affondano nei luoghi più lontani possibile dall’esistenza patinata di chi desidera solo apparire. In fin dei conti, il samba altro non è che um antigo reduto de bambas (si potrebbe tradurre come “un antico luogo di incontro di gente poco raccomandabile”).

Simone Apollo

Sono appassionato di Rio de Janeiro e di Brasile. Sociologo, esperto di America latina, innovazione sociale, favelas e comunicazione. Inventore di DentroRiodejaneiro, l'unico blog italiano dedicato a Rio de Janeiro (e non solo).

Lascia il tuo commento

Fai clic qui per lasciare un commento

Super offerte per il tuo hotel

Contattaci da qui

dentroriodejaneiro@gmail.com

Biglietti sicuri e senza fila

biglietti-online-cristo-corcovado-riodejaneiro

AMI IL BRASILE? SEGUICI!
Ogni tanto riceverai novità dal blog, segnalazioni di eventi, offerte per risparmiare sui viaggi e altre informazioni utili. Potrai disiscriverti quando vorrai e, è una promessa, non condivideremo mai i tuoi dati.
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.
SCARICA IL MEDIA KIT
Scaricando il media kit dichiari di aver letto e accettare l'informativa sulla privacy. Non condivideremo mai i tuoi dati con altri.
Grazie per aver scaricato il Media Kit.
Per ogni informazione puoi scriverci a comunicazione@baleia.org o tramite la nostra pagina Facebook
BAIXE O MÍDIA KIT
Baixando o mídia kit você declara de ter lido aceitar a nossa privacy policy. A gente não vai difundir seus datoss.