Carnevale Rio de Janeiro

Carnevale di Rio 2018: la São Clemente e le belle arti

carnevale-rio-2018-sao-clemente
La scuola di samba São Clemente durante la sfilata del 2016 (Foto: R.David - Riotur).
Carnevale di Rio de Janeiro 2018: la scuola di samba della zona sul, la São Clemente, racconta la storia della Scuola Nazionale di Belle Arti di Rio de Janeiro e di quanto questa sia stata importante per la formazione artistica e culturale del Brasile.

Immaginate Rio de Janeiro nel 1816. Immaginate il Brasile che sta per sbocciare ma che ancora non è un paese indipendente. Immaginate la colonia portoghese dove le arti ancora non sono sviluppate come in Europa. Immaginate un embrione di istituzione artistica che nasce, cresce e contribuisce a modellare la cultura del Brasile.

Tutto molto bello, direte. Ora chiudete gli occhi e lentamente fate partire la batteria a ritmo di samba, il samba della scuola São Clemente, e immergetevi nel Carnevale di Rio de Janeiro.

È una bella storia quella raccontata dalla scuola della zona sud di Rio.

È la storia della Scuola Nazionale di Belle Arti dell’Università Federale di Rio de Janeiro (Escola Nacional de Belas Artes). Quella della EBA è una parabola che inizia  lontano nel tempo e nello spazio.

La volle all’inizio dell’Ottocento da Giovanni VI, allora re del Regno Unito di Portogallo, Brasile e Algarves. Dom João, aveva capito che il Brasile aveva necessità di un ente che stimolasse la creatività e la diffusione di mestieri legati alle diverse forme artistiche. A quei tempi non c’era nulla di simile nell’ex colonia diventata centro del regno portoghese e la cui capitale era Rio de Janeiro. Per sfuggire all’ondata napoleonica, nel 1808 la corte portoghese si era rifugiata nella colonia scortata delle navi inglesi.

“Vem ver! Convidei Debret
pra pintar o desfile do meu carnaval
a arte neoclássica impera
no Brasil colonial
D.João! Em nobres traços vê inspiração
e faz um Rio à francesa
erguendo os pilares do saber”.

Il sovrano intuiva la necessità di far crescere le arti in Brasile come avveniva in Europa e decise di far arrivare dalla Francia non più napoleonica (sì, proprio da lì) un gruppo di artisti e tecnici. Tra questi vi era anche il pittore Jean-Baptiste Debret, che raffigurerà Rio de Janeiro e la cui vita artistica sarà per sempre intrecciata al Brasile. Una volta ingaggiati, essi furono il primo nucleo dell’attuale EBA, che allora venne denominata Academia Imperial de Belas Artes.

La scuola di samba São Clemente ripercorre questa storia ponendo l’accento su come le correnti artistiche europee dell’epoca si sarebbero fuse, in seguito, con i movimenti artistici e culturali più popolari che erano già presenti in Brasile. L’accademismo che arrivava dalla Francia unito alle radici africane del Brasile.

Dubito che la São Clemente possa classificarsi tra le prime scuole. Eppure, l’enredo è molto interessante. Si presta perfettamente alle modalità prevista dal “linguaggio” del Sambódromo e anche il samba-enredo (“Academicamente Popular”) è molto gradevole e ben fatto. Stiamo a vedere cosa dirà la giuria e intanto godiamoci questo bel samba.

Simone Apollo

Sono appassionato di Rio de Janeiro e di Brasile. Sociologo, esperto di America latina, innovazione sociale, favelas e comunicazione. Inventore di DentroRiodejaneiro, l'unico blog italiano dedicato a Rio de Janeiro (e non solo).

Lascia il tuo commento

Fai clic qui per lasciare un commento

Contattaci qui

dentroriodejaneiro@gmail.com
escursioni-rio-de-janeiro-RPT

Compra i biglietti in anticipo

biglietti-online-cristo-corcovado-riodejaneiro

Super offerte per il tuo hotel

Booking.com

Pin It on Pinterest

/* ]]> */
AMI IL BRASILE? SEGUICI!
Ogni tanto riceverai novità dal blog, segnalazioni di eventi, offerte per risparmiare sui viaggi e altre informazioni utili. Potrai disiscriverti quando vorrai e, è una promessa, non condivideremo mai i tuoi dati.
Inviando i tuoi dati, dichiari di aver letto l'
PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGcmlvZGVqYW5laXJvLml0JTJGJndpZHRoPTYwMCZsYXlvdXQ9c3RhbmRhcmQmYWN0aW9uPWxpa2Umc2l6ZT1sYXJnZSZzaG93X2ZhY2VzPXRydWUmc2hhcmU9dHJ1ZSZoZWlnaHQ9ODAmYXBwSWQ9NTczODgxNzY5NDM2ODgzIiB3aWR0aD0iNjAwIiBoZWlnaHQ9IjgwIiBzdHlsZT0iYm9yZGVyOm5vbmU7b3ZlcmZsb3c6aGlkZGVuIiBzY3JvbGxpbmc9Im5vIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dUcmFuc3BhcmVuY3k9InRydWUiPjwvaWZyYW1lPg==
SCARICA IL MEDIA KIT
Scaricando il media kit dichiari di aver letto e accettare l'informativa sulla privacy. Non condivideremo mai i tuoi dati con altri.
Grazie per aver scaricato il Media Kit.
Per ogni informazione puoi scriverci a comunicazione@baleia.org o tramite la nostra pagina Facebook
BAIXE O MÍDIA KIT
Baixando o mídia kit você declara de ter lido aceitar a nossa privacy policy. A gente não vai difundir seus datoss.