Carnevale Rio de Janeiro

Carnevale di Rio 2018: la Paraíso do Tuiuti grida contro la schiavitù

carnevale-rio-2018-paraiso-tuiuti
La scuola di samba Paraíso do Tuiuti durante la sfilata del 2016 (Foto: G.Santos - Riotur).
Carnevale di Rio de Janeiro 2018: la scuola di samba Paraíso do Tuiuti racconta la storia macabra della schiavitù partendo dal passato e interrogandosi se sia tuttora diffusa nel nostro pianeta.

Per la sua sfilata al Sambódromo la scuola di samba Paraíso do Tuiuti si pone una domanda semplice: la schiavitù è stata sradicata?

In un paese e in una città che hanno ricevuto milioni di schiavi in catene dai porti della Guinea, la domanda non è banale e appare come una denuncia coraggiosa. Quelle donne e quegli uomini dalla pelle nera, catturati liberi e trascinati in catene  sulle navi portoghesi per essere venduti schiavi, reclamano giustizia.

La reclamano anche le milioni di persone che tuttora lavorano quotidianamente in schiavitù nei campi coltivati, nelle fabbriche, in ogni angolo del pianeta. In Brasile, la schiavitù venne cancellata dagli ordinamenti giuridici nel 1888, quando l’imperatore Pedro II firmò la Lei Áurea. Tuttavia, centotrenta anni più tardi, il fenomeno del lavoro schiavo in Brasile è ancora diffuso. Lo è molto più di quanto si pensi, in realtà.

“Eu fui mandinga, cambinda, haussá
fui um rei egbá preso na corrente
sofri nos braços de um capataz
morri nos canaviais onde se planta gente”.

L’enredo della Paraíso do Tuiuti, scuola di samba di São Cristovão (zona nord di Rio de Janeiro), è un grido appassionato contro la schiavitù, la discriminazione e contro l’affermazione di superiorità di un essere umano sopra un altro. Quella che è, a tutti gli effetti, un’invocazione a Dio, viene affidata ad un samba-enredo molto bello intitolato “Meu Deus, Meu Deus, Está Extinta a Escravidão?”.

La sfilata della scuola percorrerà le diverse tappe del fenomeno della schiavitù, ne narrerà l’evoluzione, ne mostrerà l’assurdità e ne denuncerà la diffusione attuale: “Non abbiamo aggiornato l’immagine della schiavitù”, scrive nell’enredo il carnavalesco della scuola Jack Vasconcelos, quindi pensiamo non esista e sia finita.

Eppure c’è una moltitudine di gente che lavora praticamente a costo zero e in condizioni disumane per produrre beni e servizi per i più ricchi.

La ferita è tutt’altro che chiusa e la Paraíso do Tuiuti, dando voce alla favela, la mostrerà al mondo durante questo Carnevale di Rio de Janeiro. Lo farà a passo di samba.

Simone Apollo

Sono appassionato di Rio de Janeiro e di Brasile. Sociologo, esperto di America latina, innovazione sociale, favelas e comunicazione. Inventore di DentroRiodejaneiro, l'unico blog italiano dedicato a Rio de Janeiro (e non solo).

Lascia il tuo commento

Fai clic qui per lasciare un commento

Contattaci qui

dentroriodejaneiro@gmail.com

Super offerte per il tuo hotel

Booking.com

Seguici sui social

Annunci

Resta aggiornato

Pin It on Pinterest

/* ]]> */
AMI IL BRASILE? SEGUICI!
Ogni tanto riceverai novità dal blog, segnalazioni di eventi, offerte per risparmiare sui viaggi e altre informazioni utili. Potrai disiscriverti quando vorrai e, è una promessa, non condivideremo mai i tuoi dati.
Inviando i tuoi dati, dichiari di aver letto l'
SCARICA IL MEDIA KIT
Scaricando il media kit dichiari di aver letto e accettare l'informativa sulla privacy. Non condivideremo mai i tuoi dati con altri.
Grazie per aver scaricato il Media Kit.
Per ogni informazione puoi scriverci a comunicazione@baleia.org o tramite la nostra pagina Facebook
BAIXE O MÍDIA KIT
Baixando o mídia kit você declara de ter lido aceitar a nossa privacy policy. A gente não vai difundir seus datoss.
AMI IL BRASILE? SEGUICI!
PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGcmlvZGVqYW5laXJvLml0JTJGJndpZHRoPTYwMCZsYXlvdXQ9c3RhbmRhcmQmYWN0aW9uPWxpa2Umc2l6ZT1sYXJnZSZzaG93X2ZhY2VzPXRydWUmc2hhcmU9dHJ1ZSZoZWlnaHQ9ODAmYXBwSWQ9NTczODgxNzY5NDM2ODgzIiB3aWR0aD0iNjAwIiBoZWlnaHQ9IjgwIiBzdHlsZT0iYm9yZGVyOm5vbmU7b3ZlcmZsb3c6aGlkZGVuIiBzY3JvbGxpbmc9Im5vIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dUcmFuc3BhcmVuY3k9InRydWUiPjwvaWZyYW1lPg==