Carnevale di Rio: Imperatriz Leopoldinense e il mito di Zico

La scuola di samba Imperatriz Leopoldinense racconta le gesta calcistiche di Zico, uno dei grandi calciatori del Flamengo e del Brasile.

Nell’anno dei Mondiali di calcio in Brasile, al Carnevale di Rio de Janeiro non poteva mancare un enredo calcistico.

Ci ha pensato la mitica Imperatriz Leopoldinense (una delle scuole di samba di Rio de Janeiro cui sono più affezionato) e lo ha fatto con una bella dedica ad Arthur Antunes Coimbra, conosciuto ai più come Zico e nato nella zona nord di Rio de Janeiro.

Tra i più grandi calciatori di sempre, il brasiliano Zico (oggi allenatore) durante la sua carriera ha militato in poche squadre tra Europa e Giappone. Una di queste è l’italiana Udinese.

Imperatriz-Leopoldinense-carnevale-rio.de-janeiro

Imperatriz Leopoldinense in sfilata (foto: P.Santos)

Samba-enredo dell’Imperatriz Leopoldinense

È alla sua grande carriera nel Flamengo e nella seleção brasileira, però, che il grande Zico ha legato la propria storia calcistica. Infatti il samba-enredo dell’Imperatriz Leopoldinense“Artur X – O Reino do Galinho de Ouro na Corte da Imperatriz”, fa riferimento ai colori del Flamengo, la squadra brasiliana con più tifosi.

Nel racconto immaginato dall’Imperatriz Leopoldinense, Zico, soprannominato “O Galinho” (“Il Galletto”) o il Pelé Bianco, è visto come un vero e proprio re. La scena è quella di un surreale regno incantato, dove svetta un tempio, il tempio del calcio (sarebbe il Maracanã) dove tra gli anni Settanta e gli Ottanta Zico fu tra i protagonisti di tante stagioni del Flamengo.

Stendardo della scuola Imperatriz Leopoldinense

Stendardo della scuola Imperatriz Leopoldinense

“Ôô”, o povo cantava…
Domingo, um show no gramado!
Com seus cavaleiros, Arthur se tornava
O “Rei do Templo Sagrado!”.

Sicuramente non è uno dei migliori samba-enredo dell’Imperatriz Leopoldinense che, credo, non abbia molte chance per un buon posizionamento per questo Carnevale. A meno che l’atmosfera calcistica di questi mesi non giochi a suo favore. Potete comunque ascoltare il samba-enredo nel video qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *