Carnevale di Rio: l’Imperatriz Leopoldinense e le perle sertanejas e caipira

La scuola di samba Imperatriz Leopoldinense racconta le bellezze nascoste della musica sertaneja e capira, da molti considerato un genere di serie B.

Se c’è una scuola di samba a cui sono particolarmente affezionato, quella è la Imperatriz Leopoldinense.

Quest’anno la scuola di samba verde e bianca si presenta con un enredo secondo me tra i più originali del Carnevale di Rio de Janeiro 2016: tutta la sfilata sarà dedicata a quell’universo musicale variegato che agli snob fa storcere il naso ma che i realtà contiene alcune delle pagine più belle della musica brasiliana: la musica sertaneja.

imperatriz-leopoldinense

Imperatriz Leopoldinense in sfilata (foto: M.A.Cavalcanti – Riotur).

Con la sua sfilata, la Imperatriz Leopoldinense racconterà al pubblico le varie tipologie della musica sertaneja. È la musica nata e sviluppatasi nelle zone interne dl Brasile, lontana dalla Rio de Janeiro della bossa nova ma vicina al cuore di tantissimi brasiliani.

Sicuramente, come anche per il forró e il samba, esistono delle esasperazioni commerciali anche per il sertanejo ma il samba-enredo della Imperatriz Leopoldinense porterà al Sambódromo due perle sertanejas come “Disparada” (capolavoro di Geraldo e Vandré e Theo Barros reso celebre da Jair Rodrigues) e “Romaria” (meraviglia musicale di Renato Teixeira interpretato in maniera mozzafiato da Elis Regina). Questo solo per citare due esempi.

Stendardo della scuola Imperatriz LeopoldinenseSou matuta, ribeira, caipira
Não desgoste de mim quem não viu… Ô
Paixão derramada na rima
O encanto da menina
Um pedaço feliz do Brasil

Il samba-enredo della Imperatriz Leopoldinense è ricco di innovazioni, orecchiabilissimo e molto ben studiato. Parabéns, Imperatriz!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *